user_mobilelogo

Comune di Montorfano

Comune di MontorfanoIl territorio è stato frequentato fin dall'antichità da popolazioni che qui trovarono abbondanza di acqua e una posizione tranquilla. Le tracce più antiche che si sono conservate risalgono all'età del bronzo. Il ritrovamento di reperti di quel periodo fu fatto in località Canneto nei primi anni del Novecento: si tratta di un insediamento di palafitte del XIV secolo a.C. che riconduce alla cultura di Polada.
Con l'invasione gallica del 388 a.C. e l'occupazione della pianura, la cultura golasecchiana potè continuare nelle zone prealpine e proprio sul monte Orfano fu edificato un "castrum".
La dominazione gallica terminò nel 196 a.C., quando la popolazione d'oltralpe fu sconfitta dal generale romano Marco Claudio Marcello, che portò l'intero territorio sotto la giurisdizione di Roma e quindi permise la penetrazione della cultura romana.
La caduta dell'impero romano portò l'intera zona a un declino senza precedenti fino all'età medievale, quando fu riedificato il "castrum" per poter difendere l'intera zona da eventuali aggressori. La fortezza posta sul monte Orfano permetteva di sorvegliare la Pianura padana e di controllare le comunicazioni che avvenivano tra le fortezze della Valtellina e il castello Baradello. Questo castello, per la sua posizione strategica, fu utilizzato dalle truppe di Federico Barbarossa e dall'imperatore stesso dopo la sconfitta di Tessera nel 1160.
Per la sua posizione dominante sia verso Como che verso Milano, il castello passò nelle mani di potenti feudatari come i Torriani, i Visconti e i Rusconi, che guerreggiavano per il dominio di Como e di Milano. Quindi, il paese di Montorfano si trovò al centro di piccole guerre per il controllo del territorio e il castello fu distrutto e ricostruito parecchie volte, ma venne abbattuto definitivamente da Carlo V.
Il XVI secolo segnò per Montorfano la fine di un'epoca in cui il paese rivestiva una certa importanza strategica e diventò un centro poco importante per le vicende che segnarono l'evoluzione storica e sociale dell'intera zona.
Oggi Montorfano è considerato soprattutto un centro residenziale, reso famoso sia per la tranquillità che per la bellezza paesaggistica, ma soprattutto per la presenza del Golf Villa d'Este, uno dei campi da golf più famosi al mondo.
Il tessuto economico è sostenuto da molte piccole industrie e laboratori artigianali del legno sorti negli anni settanta tra Montorfano e Cantù.

 

Eventi ed iniziative

Cookie Policy